Home > Vita di Club > Le carte che hanno fatto la storia

Le carte che hanno fatto la storia

05.04.2018


Uno spettacolo itinerante per conoscere una delle eccellenze scientifiche e tecnologiche del nostro Paese: l’Istituto Geografico Militare di Firenze. Sabato 5 maggio la Compagnia delle Seggiole porterà infatti in scena "Le carte che hanno fatto la storia", viaggio teatrale dedicato alla storia dell’Istituto fiorentino. L’appuntamento, riservato ai soci dell’Automobile Club Firenze, è in programma alle 20,30 nella sede dell’Istituto, in via Cesare Battisti, 12.
Si tratta di un viaggio nello spazio e nel tempo, durante il quale il visitatore incontrerà personaggi inimmaginabili che appartengono alla storia religiosa, culturale, scientifica della città e del mondo. Personalità che hanno cambiato il corso della storia e offerto al mondo
intero l’immagine migliore e più umana della nostra gente e della grande bellezza del nostro paese. Chi sono? Lo scoprirete durante l’immersione che l’Istituto stesso e la Compagnia delle Seggiole hanno deciso di compiere nella vita plurisecolare dell’edificio, voluto nel ’400 da Nicolò da Uzzano e che, nel tempo, ha subìto varie destinazioni d’uso,
conservando però parte del grande e prezioso patrimonio librario e cartografico sul mondo com’era prima di Colombo. Non sarà solo un viaggio a ritroso nel tempo, ma anche nella contemporaneità, le cui basi furono gettate a partire dal 1865, quando l’Istituto fu trasferito (e poi tenacemente difeso) da Torino a Firenze, in occasione del trasferimento della Capitale nella nostra città. Per partecipare è necessario prenotarsi, a partire dal prossimo 3 aprile e fino ad esaurimento posti, chiamando i numeri 055-2486249/228, dalle 9 alle 12,30 e dalle 15 alle 17.
LA COMPAGNIA DELLE SEGGIOLE
Nata nel 1999 la Compagnia delle Seggiole riunisce un gruppo di attori provenienti da varie realtà toscane e di diversa formazione.Specializzata nel teatro di parola, preferisce mettere al centro della scena l’attore, circondato da scenografie scarne: al più gli interpreti possono servirsi di qualche sedia (da qui il nome). Sin dalla prima esperienza la Compagnia si è distinta per l’originalità dei propri lavori, la ricerca di progettualità innovative e alternative rispetto al teatro tradizionale. Per questo motivo gran parte degli spettacoli sono stati rappresentati in luoghi altri rispetto allo spazio scenico, privilegiando monumenti, ristoranti, ville, edifici storici della città di Firenze e non solo.
Un fiore all’occhiello di questa realtà sono proprio le visite-spettacolo, altrimenti chiamate "viaggi teatrali", spettacoli scritti appositamente per i luoghi in cui vengono rappresentati. Le più celebri ed apprezzate sono la visita all’interno del Teatro della Pergola, il Monastero della Certosa del Galluzzo, il Corridoio Vasariano, la Biblioteca Nazionale, Palazzo Davanzati, il Complesso Monumentale di Santa Croce, la chiesa di Santo Spirito e, appunto, l’Istituto Geografico Militare.