Vai direttamente ai contenuti

Home > Sport automobilistico > Manifestazioni sportive > Strade bianche vino rosso

Strade bianche vino rosso

Splendide auto d’epoca accanto alle opere di artisti contemporanei. Sullo sfondo, come in una magnifica cartolina, le dolci colline del Chianti. Sono questi gli elementi che hanno caratterizzato la nuova inziativa patrocinata e sostenuta dall’Automobile Club Firenze “Strade Bianche Vino Rosso”, concorso di eleganza di auto storiche organizzato dalla Scuderia Biondetti. Si è trattato della seconda edizione del challenge intitolato al Prof. Roberto Segoni, che l’anno scorso ha decretato la vittoria alla BMW 328 del ‘37 di Massimo Ermini. Quest’anno la manifestazione che coniuga bellezza e tradizione è stata inserita perfettamente nel tema del Chianti Star Festival, consolidato appuntamento dedicato ad artisti internazionali emergenti, svoltosi dal 18 settembre al 4 ottobre scorso a Palazzo Malaspina di San Donato in Poggio. E proprio in occasione dell’inaugurazione della IV edizione del Festival, è stato realizzato lo splendido ra- duno attraverso un percorso nel cuore del Chianti che è partito da Panzano, per portare le auto storiche a Badia a Passignano, alla nuova Cantina Antinori a Bargino e, infine, al Palazzo Mala- spina di San Donato in Poggio. Qui, alla presenza del Sindaco di Tavarnelle Val di Pesa David Baroncelli, del Presidente di ACI Firenze Prof. Massimo Ruffilli, di Mario Mordini (Acipromuove srl), di Stefano Biondetti e Renzo Marinai (Scuderia Biondetti) e di altri illustri personaggi, è avvenuta la premiazione: il premio “Strade Bianche Vino Rosso” è stato assegnato alla Osca MT4 del ’49 di Mario Caniggia; il trofeo Roberto Segoni è stato assegnato alla Fiat 1100S Motto del 1947 di Andrea Tozzelli, mentre “Bellissima tra le bellissime” è stata scelta, dal pubblico, la Fiat 8V del 1952 di Massimo Cecchi.